Il viaggio, nella sua accezione più filosofica è il nòstos per gli antichi greci, e l’itinerantur per i romani, quello che rappresenta il movimento come una occasione di stacco dai luoghi noti, per un percorso di conoscenza, di arricchimento introspettivo, e di confronto. Etimologicamente viaggio deriva da “via”, strada, cammino

Share